17 luglio 2020

Qualità e Sicurezza, il nostro pane quotidiano: il valore aggiunto dei servizi Kiwa per il settore agroalimentare.

Ad un prodotto alimentare il consumatore e le catene distributive chiedono non solo bontà ma anche qualcosa che non ha sapore né si può vedere: la sua storia, la sicurezza, la sua sostenibilità. Perché la storia di un prodotto rappresenta i suoi valori e i consumatori sono sempre più esigenti ma soprattutto con esigenze sempre più diversificate.

AdobeStock_27127677 - Copia.jpeg

Troppo spesso si parla delle esigenze del “consumatore”, senza considerare che sul mercato sono presenti milioni di consumatori, ognuno con le proprie esigenze, attenzioni e priorità diverse. Con questa convinzione Kiwa Italia è in grado di mettere a disposizione di industria, distribuzione e consumatori, strumenti per accertare e garantire e certificare diversi aspetti dei prodotti e processi nel settore agroalimentare: conformità a capitolati, sicurezza, rintracciabilità, peculiarità dei prodotti, ma anche aspetti etici come le condizioni dei lavoratori, benessere animale, impatti ambientali.

Una filiera sempre più allargata

È  sempre più evidente che la responsabilità della qualità e della sicurezza dei prodotti alimentari è condivisa lungo una filiera sempre più estesa, comprendendo quindi anche le imprese che producono macchine e accessori, per la lavorazione degli alimenti o che forniscono servizi.

Il Packaging, ad esempio, oltre ad attrarre i consumatori, è fondamentale per proteggere e preservare l’alimento, comunicare informazioni fondamentali per la Qualità e la Sicurezza. Per questo anche ai produttori di imballaggi sono richieste specifiche sempre più rigide e Kiwa mette a disposizione i principali schemi del settore come BRC/IOP o EN 15593.

Allo stesso modo, trasportare, conservare, movimentare sono fasi delicate quanto produrre o confezionare un alimento. L’industria agroalimentare per questo è sempre più attenta nella selezione dei propri fornitori in ambito Logistico, e sempre più spesso richiesti schemi specifici come IFS Logistics, BRCGS Storage and Distribution nel settore alimentare o GMP plus nel settore mangimistico.

In questa specifica filiera, l’evoluzione dei modelli organizzativi dell’industria alimentare e la ricerca costante di specializzazione, ha spinto negli ultimi anni, sempre più spesso, le industrie agroalimentari ad affidarsi ad aziende di servizi esterne. Pulizie e Pest Management, ad esempio, sono operazioni di fondamentale importanza per un’organizzazione del settore agroalimentare e quasi sempre vengono affidate a organizzazioni esterne. Anche per evidenziare e dimostrare le proprie professionalità sono nati schemi di certificazione specifici come la EN 16636, CEPA UNI 11381 per il pest control o la norma ISO 22000 anche per i servizi di pulizia.

I servizi Kiwa

Kiwa, in continua espansione, rappresenta un punto di riferimento nel panorama internazionale del settore del Testing, Ispezioni e Certificazioni, con punti di eccellenza ormai in diversi settori agroalimentari. Kiwa sa che i produttori del settore agroalimentare hanno molto da dire e appassionanti storie da raccontare, per questo oggi è in grado di mettere a disposizione di produttori e consumatori una serie completa di strumenti per garantire e comunicare le storie e i valori dei prodotti alimentari: sicurezza, rispetto per l’ambiente, origine, tipicità, eticità, con una parola: la qualità.

Inoltre, Kiwa Italia dispone di qualifiche e ispettori per operare su tutti i comparti dell’agroalimentare proponendo verifiche integrate tra diversi schemi e in tutte le fasi, dalla Coltivazione e Allevamento, alla Trasformazione e non solo.

Scopri di più

Iscriviti alla Kiwa Newsletter per rimanere costantemente aggiornato sulle novità del gruppo, gli aggiornamenti normativi, gli sviluppi di mercato e i corsi in primo piano!

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione