18 novembre 2020

Cybersecurity tra nuovi trend tecnologici, organizzativi e socioculturali

In un mercato sempre più caratterizzato dai trend tecnologici, organizzativi e socioculturali accelerati dall’attuale emergenza sanitaria, cresce l’esigenza di un approccio strategico alla sicurezza informatica. Scopri i nuovi servizi integrati di Kiwa Italia per la Cybersecurity.

cyber-4867294_1280.jpg

L’emergenza sanitaria ha profondamente mutato il nostro modo di vivere e di lavorare. Spesso costrette a adottare modalità di lavoro in grado di garantire il distanziamento fisico e la propria continuità operativa, imprese ed organizzazioni hanno visto crescere le proprie vulnerabilità. Infatti, a causa dell’improvviso contesto emergenziale, la transizione digitale, frutto della necessità contingente, è stata spesso priva di un’adeguata pianificazione.

Sono dunque nate nuove opportunità per i cybercriminali, che sia a causa dei nuovi strumenti utilizzati come piattaforme di collaboration, reti ibride e dispositivi ad uso personale, che alla vulnerabilità legata alle nuove modalità operative, come il lavoro in ambienti domestici, hanno trovato l’opportunità di incrementare i propri guadagni.

Crescono gli attacchi Cyber al livello globale

I dati del primo semestre 2020 analizzati dall’Ultimo rapporto Clusit 2020 aggiornato al mese di Ottobre, indicano una crescita a livello globale del 6,7% degli attacchi gravi di dominio pubblico rispetto al 2019. Nello specifico, crescono gli attacchi verso le realtà Europee dal 9% al 15%, mentre rimangono sostanzialmente invariate le vittime di area americana (dal 46% al 45%) e gli attacchi rilevati contro organizzazioni asiatiche (dal 10% al 11%).

In questo contesto il “Cybercrime”, in crescita dall’anno precedente del 7,1%, continua a rappresentare la maggioranza del totale rappresentando circa l’83% degli attacchi. Ugualmente in aumento gli attacchi gravi compiuti per finalità di “Cyber Espionage” (+11,4%) e “Information Warfare” (+25%).

Quali sono le tecniche di attacco più diffuse?

La categoria che mostra numeri assoluti maggiori è “Malware” (+6,8%), mentre la categoria “Phishing / Social Engineering” cresce del 26,1%, per la prima volta collocandosi al secondo posto in termini assoluti, a dimostrazione di quanto sia fondamentale ed urgente investire sul fattore umano, spesso la principale causa di data breach.

Le tecniche di attacco meno sofisticate (SQLi, DDoS, Vulnerabilità note, Account cracking, Phishing e Malware “semplice”) continuano a rappresentare la maggioranza del totale, in crescita rispetto all’anno precedente passando dal 73% al 76%. Questa tendenza purtroppo, che vede da parte dei cyber criminali la possibilità di realizzare attacchi gravi di successo con relativa semplicità e a costi molto bassi, non sembra ancora invertirsi.

I servizi Kiwa per la Cybersecurity

Dunque, a fronte dei dati emersi dall’analisi del primo semestre dell’anno, oggi più che nel passato emerge la necessità di ripensare la sicurezza informatica attraverso una pianificazione nel lungo termine, che sostituisca all’approccio emergenziale, un approccio strategico.

In questa ottica i nuovi servizi integrati per la Cybersecurity di Kiwa Italia, supportano le imprese e le organizzazioni per una gestione risk-based della Cybersecurity, una scelta necessaria per poter essere competitivi su un mercato che sarà sempre più caratterizzato dai trend tecnologici, organizzativi e socioculturali accelerati dall’attuale emergenza sanitaria. Infatti, solo le organizzazioni più resilienti e in grado di adattarsi più rapidamente ai nuovi trend, godranno di un vantaggio competitivo rispetto a chi è ancora ancorato ai modelli precedenti.

Scopri i nuovi servizi Kiwa

Iscriviti alla Kiwa Newsletter per rimanere costantemente aggiornato sulle novità del gruppo, gli aggiornamenti normativi, gli sviluppi di mercato e i corsi in primo piano!

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione