3 maggio 2019

Certificazione delle Professioni: una garanzia di competenza e trasparenza per tutto il mercato.

Ottenere la certificazione sul possesso di determinate competenze, offre una serie di opportunità e vantaggi tra cui un giusto posizionamento a livello economico e il riconoscimento della propria attività a livello internazionale. Scopriamo il valore aggiunto delle certificazioni delle professioni e l’andamento del mercato delle professioni certificate.

handshake-.jpg

L’evoluzione digitale ha notevolmente trasformato il mercato del lavoro, portando ad un forte incremento dei professionisti non regolamentati da ordini e collegi. In questo scenario, la certificazione accreditata ha un ruolo fondamentale, in quanto è l’unico strumento utile a garantire il riconoscimento delle competenze e abilità dei singoli professionisti. Dall’entrata in vigore della Legge n. 4 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate”, il mercato delle professioni ha richiesto in misura sempre maggiore che alcune di queste fossero certificate e riconosciute da enti terzi, rendendo la certificazione l’unica garanzia ufficiale di competenza, indipendenza e imparzialità.
Soddisfatti infatti i prerequisiti per l’ammissione, il professionista, per ottenere la certificazione, deve sottoporsi ad un esame che persegue lo scopo di valutare le conoscenze, le abilità e le competenze comportamentali richieste da una specifica professione. La certificazione assume un grande valore anche nel periodo successivo al suo rilascio, poiché prevede anche una fase di mantenimento. Grazie a questo processo, la certificazione assicura competenze e abilità aggiornate rispetto all’evoluzioni e alle esigenze dei settori specifici.

Perché ottenere la certificazione?

I vantaggi della certificazione delle professioni coinvolgono l’intero mercato: dal professionista certificato al consumatore. L’ottenimento di una certificazione favorisce il giusto posizionamento economico per il professionista. Il mercato è infatti disposto a riconoscere maggiore valore a chi può oggettivamente dimostrare la propria professionalità e le proprie competenze, nel rispetto dei requisiti nazionali ed internazionali. Inoltre, certificare la propria professione consente di migliorare il proprio potenziale professionale in termini di opportunità, di ottenere un maggiore riconoscimento sul mercato e un potenziale miglioramento della propria carriera professionale e delle proprie competenze. D’altro canto la certificazione è un modo per tutelare maggiormente il consumatore che avrà maggiori garanzie su know how, competenza, qualità e sicurezza dei servizi erogati dai professionisti certificati.

L’andamento del mercato

Dall’entrata in vigore della legge, naturopati e chinesiologi, professionisti del settore ITC e HR, responsabili in gestione dell’energia, tributaristi, traduttori, fino ad arrivare agli amministratori condominiali, valutatori immobiliari e mediatori familiari hanno fatto richiesta per l’ottenimento della certificazione da organismi di parte terza accreditati.
Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio statistico di Accredia, nel 2018 ci sono stati 232.502 professionisti certificati e la richiesta è pervenuta soprattutto da tre principali settori: saldatura, il settore legale/amministrativo e quello dell’energia.

grafico Accredia.PNG

Fonte: www.accredia.it 

I Servizi Kiwa

Kiwa Italia è uno dei 49 organismi di certificazione accreditati in Italia e offre la possibilità di ottenere la certificazione per più di 20 professioni diverse. Tra le più richieste, è possibile ottenere la Certificazione di Saldatori e Brasatori, che si rivolge alle aziende che svolgono questo tipo di attività al loro interno e desiderano qualificare i loro operatori. Kiwa Italia ha inoltre creato un centro attrezzato per l’addestramento pratico e teorico di Saldatori e Operatori addetti ai controlli non distruttivi e qualifiche dei procedimenti di saldatura.

Per il settore legale e amministrativo, è possibile ottenere la Certificazione del Tributarista, che mira a fornire garanzie a tutte le persone fisiche e giuridiche che si avvalgono di servizi di consulenza fiscale o la Certificazione dell’Amministratore Condominiale in accordo alla norma UNI 10801, che definisce i requisiti deontologici e operativi di questa figura professionale.

Iscriviti alla Kiwa Newsletter per rimanere costantemente aggiornato sulle novità del gruppo, gli aggiornamenti normativi, gli sviluppi di mercato e i corsi in primo piano!

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione