12 ottobre 2018

Direzione “fame zero”: il fondamentale contributo degli standard internazionali.

Eliminare la fame nel mondo è uno degli scopi principali dell’agenda delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, che conta 17 obiettivi, i Sustainable Development Goals (SDGs), da conseguire entro il 2030. In questa battaglia condivisa da oltre 193 paesi, che si sono riuniti per definire una strategia comune, gli standard internazionali fanno la loro parte.

sdg.png

Il mondo della Qualità conta più di 1600 standard solo per il settore della produzione alimentare, contribuendo in tal modo alle sfide delle Nazioni Unite contro la denutrizione e la fame nel mondo, fornendo strumenti utili per una produzione e distribuzione di alimenti sicuri, sostenibili e nutrienti.

Tra le piantagioni di cacao sostenibile

Tra i vari standard in corso di sviluppo, troviamo la norma ISO 34101 sul cacao tracciabile e sostenibile. L’industria del cacao è rilevante per i Sustainable Development Goals in quanto riguarda prevalentemente piccoli produttori che vivono in paesi in via di sviluppo e sostengono dei ritmi di lavoro molto intensi senza avere un reale ritorno economico.
Per quanto già esistano numerose iniziative volte a risolvere il problema, è necessaria un’armonizzazione che porti a delle procedure uniformi per un’agricoltura del cacao sostenibile.

La norma ISO 34101-1 – Cacao sostenibile e tracciabile – parte 1: Requisiti per Sistemi di Gestione per il cacao sostenibile – uscirà a fine 2018, specificando i requisiti per un sistema di gestione, una tracciabilità del prodotto e delle performance avanzate per una produzione di chicchi di cacao sostenibile.
Lo scopo di tale norma è quello di permettere l’implementazione di corrette prassi agricole, proteggere l’ambiente e migliorare le condizioni di vita degli agricoltori.

cocoa fruit.jpeg

Il settore agroalimentare e la Responsabilità Sociale

Uno degli ostacoli da superare per realizzare gli obiettivi preposti dall’agenda internazionale dei Sustainable Development Goals è quello di non considerare la responsabilità sociale e le attività di settore delle aziende come due mondi separati. Infatti soltanto inglobando la sostenibilità alle strategie corporate è possibile perseguire gli obiettivi della comunità internazionale.

A questo scopo, il futuro standard ISO 26030 – Sviluppo Sostenibile e Responsabilità Sociale – (ora in via di sviluppo), fornirà le linee guida per l’utilizzo della ISO 26000 – Responsabilità Sociale – per integrare le questioni centrali della responsabilità sociale all’interno della filiera agroalimentare, al fine di armonizzare su scala internazionale i differenti approcci finora utilizzati. Tra gli obiettivi che mirano a contribuire alla realizzazione dei Goals, c’è anche il supporto alle organizzazioni su come operare in una maniera etica e trasparente che contribuisca allo sviluppo sostenibile.

L’impegno di Kiwa per Te

Kiwa, uno dei leader globali nel settore del Testing – Inspection - Certification (TIC) lavora nel cuore della società: il suo obiettivo è creare fiducia nella qualità, salute, sicurezza e sostenibilità, al lavoro come a casa. Kiwa è quindi molto attenta all’attività sostenibile e desidera che i propri clienti e stakeholder pongano la stessa attenzione verso l’argomento.

Per sapere di più riguardo alla Corporate Social Responsibility Kiwa clicca QUI

Iscriviti alla Kiwa Newsletter per rimanere costantemente aggiornato sulle novità del gruppo, gli aggiornamenti normativi, gli sviluppi di mercato e i corsi in primo piano!