2 agosto 2019

Kiwa Idea lancia il Corso di Formazione per Assaggiatori Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP – Ed. 2019

28 settembre – 14 Dicembre | Viale Virgilio, 55 –Modena (MO) presso Palatipico

Il corso di formazione per Assaggiatori, proposto da Kiwa Idea è propedeutico per l'accesso all'esame per la qualifica di Assaggiatore di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP.

Il corso, organizzato da Kiwa Idea in collaborazione con la CCIAA di Modena, il Consorzio Tutela Aceto Balsamico e la Consorteria Aceto Balsamico di Spilamberto, si compone di sessioni teoriche e pratiche utili ad accrescere competenze e conoscenze nell’ambito della valutazione dell’ABTM in accordo ai requisiti previsti dal Disciplinare di Produzione del prodotto.

Aceto Balsamico - 1920.jpeg

L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e la DOP

Da secoli ormai, le famiglie modenesi producono l’aceto balsamico tradizionale, cuocendo e fermentando il mosto d’uva e facendolo invecchiare per anni, dando vita a un prodotto che tradizionalmente (permetteteci il gioco di parole, ndr.) veniva lasciato in dote ai figli in vista del matrimonio.

E gli stessi processi, gli stessi gesti vengono ripetuti oggi dai produttori, con tecniche più moderne è certo, ma sempre seguendo il metodo originale. Eredità di quest’epoca è anche una versione meno costosa, sicuramente differente quanto a qualità e caratteristiche intrinseche del prodotto, ma più usata tra le famiglie. Ma come possono i consumatori comprenderne le differenze al momento dell’acquisto?

Due sono i sistemi messi in piedi dall’Unione Europea per rispondere a questo quesito e soprattutto per proteggere l’originalità di prodotti che, come l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, meritano di ottenere questo tipo di garanzie. Essi sono i sistemi DOP (Denominazione di Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Protetta), che proteggono l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena attraverso attività di verifica e ispezione.

I sistemi DOP e IGP favoriscono l’attività produttiva e l’economia dei territori, tutelando l’ambiente e salvaguardando gli ecosistemi e la biodiversità. Inoltre, gli obiettivi del sistema sono quelli di garantire la provenienza, il metodo di ottenimento, le caratteristiche di tipicità, oltre che condizioni di produzione e competizione omogenea, tramite procedure di controllo trasparenti e preventivamente convalidate. Grazie alla Certificazione dei Prodotti e l’apposizione del marchio di denominazione di origine e indicazione geografica, si danno maggiori garanzie ai consumatori, con un livello di tracciabilità e sicurezza alimentare più elevato rispetto ad altri prodotti. Nella fattispecie, il sistema complessivo dello schema di certificazione è composto da un autocontrollo dei produttori lungo tutta la filiera e controlli periodici indipendenti e verifiche ispettive da parte di un ente terzo.

Il corso per Assaggiatori di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP

Il corso si compone di una prima parte in cui vengono affrontati i fondamenti dell’analisi sensoriale, per poi concentrarsi sulla matrice in oggetto. Le lezioni comprendono sessioni teoriche e pratiche durante le quali i corsisti vengono addestrati all’utilizzo dei sensi al fine di operare analisi di tipo descrittivo, per la valutazione del soddisfacimento dei requisiti di prodotto previsti dalla DOP.

Nello specifico, durante le giornate verranno fornite nozioni riguardo le caratteristiche basilari dell’analisi sensoriale descrittiva dei prodotti, nonché alla valutazione delle sensazioni percepite tramite assegnazione di punteggi, alla discriminazione tra prodotti in termini qualitativi e quantitativi e all’utilizzo delle schede di valutazione come previsto dal Disciplinare di Produzione della Denominazione di Origine Protetta “Aceto Balsamico Tradizionale di Modena” – Provvedimento MIPAAF 15/01/2000.

Il corso è limitato ad un numero di partecipanti non superiore a 24. Per partecipare al corso è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti da inserire durante la domanda di iscrizione:

  • Essere maggiorenne;
  • Essere cittadino italiano o cittadino di uno degli Stati membri della Comunità economica europea, ovvero straniero residente nel territorio della Repubblica italiana;
  • Essere in possesso di un diploma di scuola media dell’obbligo o di altro titolo di studio equipollente;
  • Non avere procedimenti penali in corso e/o riportato condanne penali;

Ai fini dell’iscrizione, il candidato deve inoltre dichiarare:

  • Di aver maturato un’esperienza ininterrotta di degustazione di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena non inferiore ai 9 anni, mediante documenti rilasciati da Enti ed Organismi che hanno tra le attività principali, la degustazione del prodotto. Tale periodo deve essere immediatamente precedente al corso di analisi sensoriale e deve prevedere l’assaggio di non meno di 80 campioni l’anno.