18 gennaio 2019

Le novità di Carbon Footprint con la norma internazionale ISO 14067

Nel nuovo Codice Appalti si prevede che le aziende che dispongono di attestati di verifica della Carbon Footprint possano ottenere la riduzione delle garanzie fidejussorie.

industry-1761801_1920.jpg

Stimare la quantità di emissioni di gas a effetto serra è un’operazione di fondamentale importanza per le aziende, questo perché la tutela dell’ambiente è un aspetto che influisce sull’economia globale. Data l’importanza di questo tema le Certificazioni contribuiscono ad innalzare i livelli di fiducia e stima tra utenti e operatori economici e i consumatori stessi richiedono l’attenzione verso l’ambiente da parte delle aziende.

ACCREDIA, l’Ente Italiano di Accreditamento, accredita da molti anni questo tipo di Certificazioni per Enti come Kiwa. Queste Certificazioni risultano essere dopo quelle di Sistemi Qualità, le più frequenti a livello nazionale. Correlate alle Certificazioni per Sistemi di Gestione Ambientale, anche quelle di Gestione dell’Energia sono in aumento.
ACCREDIA ha inoltre revisionato la specifica tecnica ISO/TS 14067, pubblicando lo standard a livello nazionale come UNI EN ISO 14067:2018 “Gas ad effetto serra - Impronta climatica dei prodotti /Carbon footprint dei prodotti – Requisiti e linee guida per la quantificazione”.

Cos’è la Carbon Footprint dei prodotti?

È la misurazione della quantità delle emissioni di gas serra (GHG) in relazione all’intero ciclo di vita del prodotto. Il calcolo della Carbon Footprint si basa sulla metodologia LCA (Life Cycle Assessment) e quindi considera tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto. Nella quantificazione rientreranno perciò, le emissioni legate all’estrazione e trasformazione della materia prima, quelle legate alla produzione e trasporto e infine quelle dovute alla fase di utilizzo e smaltimento.

 

Cosa cambia rispetto alla precedente norma?

Grazie alla Carbon Footprint si permette ai produttori di comprendere e misurare qual'è il livello di performance del prodotto in merito agli effetti che quest’ultimo genera sul cambiamento climatico con un’importante conseguenza: intervenire in modo efficace sulla riduzione delle emissioni a gas.

Maggiori informazioni sono inserite nel nuovo Codice degli Appalti che prevede importanti riduzioni per le aziende in possesso di attestati di verifica della Carbon Footprint. 

Fonte: www.accredia.it/2018/12/20/carbon-footprint-le-novita-per-lambiente-con-la-norma-internazionale-iso-14067/

Iscriviti alla Kiwa Newsletter per rimanere costantemente aggiornato sulle novità del gruppo, gli aggiornamenti normativi, gli sviluppi di mercato e i corsi in primo piano!

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione