I servizi del Laboratorio Materie Plastiche Kiwa Italia, accreditato LAB n° 0001L da ACCREDIA, si rivolgono a produttori di tubi, raccordi e sistemi plastici che hanno la necessità di verificare (in condizioni estreme di esercizio) che, le caratteristiche dichiarate rispettino i requisiti richiesti dagli Standard di riferimento.

La prova di Resistenza a cicli termici in accordo allo Standard UNI EN ISO 13257 è un metodo di prova per determinare la resistenza a cicli di temperature elevate, di sistemi di tubazioni in materiali termoplastici per applicazioni non in pressione, installati all'interno di edifici.

La prova consiste nel sottoporre un sistema di tubi e raccordi ad un determinato schema di cicli termici, utilizzando alternativamente acqua calda e fredda per un dato numero di cicli durante i quali viene verificata la tenuta dei giunti e controllato il cedimento dei tubi rispetto ad un certo limite di accettabilità. Il riempimento del sistema di tubazioni e raccordi non viene effettuato tramite pressioni indotte ma per forza di gravità, quindi il sistema non è in pressione.

La prova di Resistenza a cicli termici in accordo allo Standard UNI EN ISO 19893 è un metodo di prova utile a determinare la resistenza al ciclo di temperatura delle giunzioni per i sistemi di tubazioni con tubi termoplastici rigidi o flessibili. È applicabile ai sistemi di tubazioni in materiale termoplastico destinati all’utilizzo in applicazioni con acqua calda e fredda.

La prova consiste nel sottoporre un sistema di tubi e raccordi ad un determinato schema di cicli termici, utilizzando alternativamente acqua calda e fredda in pressione, per un dato numero di cicli. L’alternanza di ciclo caldo e freddo avviene ogni 15/30 minuti, in modo da stressare termicamente il tubo e testarne quindi la resistenza agli shock termici. Nel caso ci fossero perdite o rotture prima del termine del numero di cicli (dove per ciclo si intende l’insieme di ciclo caldo e freddo) l’esisto della prova sarà negativo.