La certificazione in accordo alla norma UNI EN 14065 si rivolge specificatamente alle lavanderie industriali che intendono specifiche garanzie a tutti i clienti come Strutture turistiche, Industria, Residenze per anziani, Case di riposo, Ospedali, ecc.

Nello specifico, la norma definisce il sistema di analisi del rischio e di controllo della biocontaminazione (RABC) nel lavaggio industriale al fine di assicurare la qualità microbiologica dei tessili lavati. Tale sistema di analisi dei rischi viene applicato all’intero processo di lavaggio, dall’ingresso dei tessili fino alla consegna degli stessi presso l’utente finale.

Il metodo è applicabile ai tessili trattati in lavanderia e impiegati in settori specifici, quali ad esempio prodotti farmaceutici, dispositivi medici, alimentazione, trattamenti medicali e cosmetici, escludendo però gli aspetti relativi alla sicurezza degli addetti e la sterilità del prodotto finale.

La certificazione, che si sviluppa attraverso l’analisi della documentazione tecnica e del processo produttivo per la realizzazione del prodotto, conferma e valorizza il soddisfacimento dei requisiti di controllo della contaminazione microbiologica del tessile venduto.
La UNI EN 14065 è coerente con la ISO 9001, quindi il sistema RABC può essere integrato con relativa facilità in un sistema qualità ISO 9001 già impostato da una organizzazione.
Pertanto la UNI EN 14065 impone alle lavanderie industriali di fornire un servizio ulteriore rispetto al “semplice” lavaggio del capo tessile. Il sistema implementato infatti stimola l’organizzazione ad applicare un vero e proprio controllo di processo che ha un impatto diretto sulla qualità del prodotto.