26 gennaio 2021

Chi è il Data Protection Officer (DPO) e quali sono le sue competenze?

Il processo di trasformazione digitale che sta investendo la nostra società, pone l’attenzione, oggi più che nel passato, sul tema della privacy, una priorità per imprese ed organizzazioni, e insieme ad essa la figura del Data Protection Officer. Ma quali sono le caratteristiche di questa figura professionale? Scopriamolo insieme.

shutterstock_1097989835.jpg

L’emergenza sanitaria, con l’attuarsi delle procedure di contenimento del contagio, ha portato imprese ed organizzazioni di tutto il mondo ad incrementare l’uso della tecnologia per la gestione delle proprie attività.

Allo stesso tempo, ognuno di noi, ha scaricato applicazioni, tools, programmi che ci permettessero di lavorare, studiare, acquistare beni, continuare a incontrare seppur virtualmente, parenti e amici, utilizzando niente meno che le nostre informazioni personali per accedere a questi servizi.

Il tema della privacy è dunque oggi, più che nel passato, all’ordine del giorno, e con essa l’importanza ricoperta dalla figura professionale del Data Protection Officer.

Il Data Protection Officer o DPO è una figura introdotta dal Regolamento generale sulla protezione dei dati 2016/679 | GDPR, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale europea L. 119 il 4 maggio del 2016.
La sua responsabilità principale è quella di osservare, valutare e organizzare la gestione del trattamento di dati personali (e dunque la loro protezione) all’interno di un’azienda (sia essa pubblica che privata), affinché questi siano trattati nel rispetto delle normative privacy europee e nazionali.

Indipendentemente dal suo background, il DPO deve avere alcune caratteristiche peculiari:

  • Competenze professionali: il DPO deve essere un professionista esperto della materia della gestione, trattamento, protezione dei dati personali e tutela della privacy. Deve, quindi, avere competenze giuridiche e di risk management trasversali, ma anche una conoscenza delle normative specifiche e delle procedure amministrative del settore in cui opera l’organizzazione.
  • Conoscenze specialistiche: il DPO deve avere una profonda conoscenza della normativa e della prassi relativa alla data protection e alla tutela della privacy, ma deve avere anche acquisito competenze ad hoc riguardanti le tecnologie di sicurezza informatica.
  • Attitudini personali: il DPO deve avere un talento naturale per il problem solving e un mindset strategico, oltre a una spiccata attitudine alle relazioni interpersonali e alla comunicazione.

Kiwa Italia e la Certificazione del Data Protection Officer

Kiwa Italia, in quanto Organismo di Certificazione Indipendente, certifica il Responsabile della protezione dei dati Personali (Data Protection Officer) - figura corrispondente al profilo professionale disciplinato nel Regolamento UE 2016/679 | GDPR, in particolare all’art. 39. La certificazione, valore aggiunto per il professionista che può dimostrare le proprie competenze e conoscenze in un mercato sempre più esigente, è considerata come attestazione delle competenze professionali acquisite e della formazione eseguita in accordo alla norma UNI 11697 e alla Prassi UNI/PdR 66:2019. Queste definiscono rispettivamente i requisiti e alcune raccomandazioni per la valutazione di conformità delle figure professionali che operano nel settore del trattamento e la protezione dei dati personali.

Scopri di più

Iscriviti alla Kiwa Newsletter per rimanere costantemente aggiornato sulle novità del gruppo, gli aggiornamenti normativi, gli sviluppi di mercato e i corsi in primo piano!

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione