La norma si rivolge a tutte le aziende agroalimentari.

Sviluppato dal British Retail Consortium, è stato progettato per verificare la conformità delle aziende di trasformazione (fornitori) in merito ai requisiti cogenti e di sicurezza igienico-sanitaria dei prodotti.
Interessante vantaggio per le aziende che aderiscono allo standard, consiste nell’aumentare la propria visibilità grazie all’inserimento delle proprie credenziali nel database BRC presente on-line. Questo consente di ampliare la clientela, di tutelare l’immagine dell’azienda sul mercato e di garantire la sicurezza e le aspettative del consumatore.

Altri importanti benefici per le aziende sono dati dalla possibilità di ridurre tempi e costi necessari per le verifiche ispettive da parte della GDO; nonché di combinare la certificazione BRC con verifiche di altre norme riconosciute (IFS, ISO 22000:2005, ISO 9001:2008).
L’applicazione di questo standard è, quindi, un presupposto indispensabile per poter esportare i propri prodotti nel mercato britannico.

I punti salienti dello standard BRC Food sono: 

  • adozione di un sistema di gestione per la qualità 
  • adozione di un sistema di autocontrollo HACCP 
  • adozione delle buone pratiche di fabbricazione 

Controllo degli standard per: 

  • prodotto 
  • processo 
  • personale 
  • ambiente di lavoro 

Presenza di appropriate specifiche per: 

  • materie prime 
  • prodotto finito 
  • prodotto intermedio e/o semilavorato 
  • posizionamento del sito 
  • monitoraggio dei fornitori 
  • controllo di processi e/o prodotti 
  • standard igienici per il personale 
  • trattamento di materiale di rifiuto