30 agosto 2019

Il valore aggiunto del Benessere Animale nel settore agroalimentare

Dopo decenni di impegno e intenso lavoro, di privati, aziende ed istituzioni, oggi il Benessere Animale costituisce un tema di grande interesse non solo per il settore agroalimentare ma per l’opinione pubblica più in generale.

L'allevamento di animali non è più considerato solo un mezzo di produzione alimentare e cresce sempre di più un senso di responsabilità per gli animali allevati. Inoltre, nella mente dei consumatori, il benessere degli animali da allevamento è fortemente associato alla qualità e persino alla sicurezza degli alimenti che finiscono nei nostri supermercati.

annie-spratt-JMjNnQ2xFoY-unsplash.jpg

Verso il concetto di Benessere Animale

Per benessere si intende generalmente “la qualità della vita di un animale come viene percepita da un singolo animale”. Il benessere animale nel suo complesso non include solo la salute e il benessere fisico dell’animale ma anche il suo benessere psicologico e la capacità di esprimere i suoi comportamenti naturali.

Punto di partenza per garantire un elevato livello di benessere è stato il riconoscere, già nel 1999, che gli animali sono esseri senzienti e che per questo debbano essere gestiti di modo che non soffrano inutilmente. Alla base del moderno concetto di Benessere Animale ci sono le “5 Libertà”, ovvero le 5 condizioni ideali:

  1. Libertà dalla fame, dalla sete e dalla cattiva nutrizione, garantendo all’animale accesso ad acqua fresca e una dieta equilibrata.
  2. Libertà di avere un ambiente fisico adeguato, dando all’animale un ambiente che includa riparo e una comoda area di riposo.
  3. Libertà dal dolore, dalle ferite e dalle malattie
  4. Libertà di manifestare le proprie caratteristiche comportamentali specifiche, fornendo all’animale spazio sufficiente e strutture adeguate.
  5. Libertà dalla paura e dal disagio.

Perché è così importante il Benessere Animale

La mancanza di un adeguato standard di benessere degli animali compromette la capacità degli animali di crescere, riprodursi e sopravvivere. Mantenere un livello adeguato di benessere degli animali riduce in questo senso l'incidenza delle malattie e migliora la salute negli allevamenti.

Inoltre, promuovere politiche di benessere animale rappresenta per i produttori, una grande opportunità: temi quali l’uso degli antibiotici, l’impatto ambientale degli allevamenti intensivi e il benessere animale, vengono sempre più spesso affrontati da gruppi associativi e media, diventando fattori in grado di orientare in maniera decisiva gli acquisti di consumatori. In alcune aree geografiche la valutazione di tali fattori è ormai un prerequisito per l’accesso a mercati, che vanno ben oltre il concetto di nicchia.

Infine, il benessere animale si configura come centrale tra i fattori che contribuiscono allo sviluppo sostenibile. Oltre ad essere un aspetto etico, è uno dei presupposti fondamentali per migliorare le condizioni di salute degli animali e quindi ridurre l'uso degli antibiotici, contribuendo al contenimento del fenomeno dell'antibioticoresistenza, una delle emergenze sanitarie globali dei prossimi anni.

Scopri di più sul benessere animale, partecipando al Webinar.

Iscriviti al Webinar!