Idrogeno e Automotive

L'idrogeno prodotto da fonti di energia rinnovabili può dare un importante contributo alla riduzione delle emissioni di gas serra anche nella transizione dei veicoli verso l'utilizzo di questo carburante. Sono ormai decenni che le case automobilistiche conducono ricerche sull'uso dell'idrogeno nei veicoli e questi ultimi sono già oggi disponibili, ma soffrono della mancanza di infrastrutture economiche, con la purezza appropriata di gas idrogeno per sostenere le celle a combustibile.

Kiwa è dotato di un Laboratorio di Prova “H2” dedicato alle prove per componenti automotive che utilizzano l'idrogeno: una struttura unica in Europa dove è possibile testare in condizioni estreme fino a 1.100 bar di idrogeno, tra i -50 e i 120 ºC. Nello specifico, i servizi di test e certificazione riguardano i singoli componenti della linea combustibile di veicoli alimentati a GPL, GNC, GNL e idrogeno, oltre che prove di compatibilità elettromagnetica e test climatici.

Nello specifico, Kiwa è in grado di proporre al mercato:

  • Testing, Ispezione e Certificazione di serbatoi e componenti, fino a 4000bar (veicoli domestici, tir, treni)
  • Certificazione veicoli ad idrogeno
  • Certificazione delle stazioni di rifornimento H2
  • Certificazione Apparecchi in Pressione (PED)
  • Audit tecnico-finanziari volti a identificare rischi ed opportunità dei progetti di depurazione dell’idrogeno e per la riconversione delle reti a gas

Kiwa può inoltre testare e certificare i singoli componenti dei veicoli a motore che utilizzano l'idrogeno nel sistema di propulsione, secondo EC79/2009 Regolamento (EU) N° 406/2010, le norme CSA (ANSI HGV3.1- ANSI HPRD1) e la ECE R134 – G.T.R Regolamento13. Tra i componenti oggetto dei test:

  • Contenitori e gruppi di contenitori
  • Rubinetti di intercettazione automatica
  • Valvole di ritegno o valvole di non ritorno (se utilizzate come dispositivo di sicurezza)
  • Tubazioni di alimentazione flessibili (se a monte della prima valvola di intercettazione automatica o di altri dispositivi di sicurezza)
  • Scambiatori di calore
  • Valvole manuali o automatiche
  • Regolatori di pressione
  • Dispositivi di sicurezza sensibili alla pressione
  • Sensori di pressione, temperatura, idrogeno e flusso (se utilizzati come dispositivo di sicurezza)
  • Collegamento o prese di rifornimento
  • Rilevatori di perdite di idrogeno
  • Raccordi
  • Filtri per l'idrogeno
  • Connettori per sistemi di stoccaggio removibili

 

Contattaci per maggiori informazioni